mercoledì 4 luglio 2007

mattino

gli spigoli delle case e dei palazzi dividono esattamente il buio dalla luce che bacia nascente questa città, dal mio trespolo vedo giornate iniziare e terminare, chi vive di notte e dorme di giorno, anime levanti e ponenti..ma il sole lui sorge comnque, stanco o riposato si leva pian piano nel cielo, pensieroso o contento si erge per illuminare tutto. un carretto carico di sassi da portare sulla collina di cui non si vede ancora la cima e lungo il tragitto un po' di riposo sotto un'albero che grazia le membra con la dolcezza dell'ombra, poi ripartire, ricominciare a spingere e tirare,mentre qualcuno decide di gettare sassi sul carro...senza proferire parole senza lamentarsi, una goccia di sudore scende lungo il viso e si mescola sulla maglietta dopo essere scesa sul collo, piano piano con costanza lungo la strada che è destino...fino al tramonto che è destino anche lui... allegato ad un vive como quieras, il tuono

9 commenti:

andre.mela ha detto...

buongiorno vita..!

andre.mela ha detto...

buongiorno prof..!

andre.mela ha detto...

buongiorno zio..!

andre.mela ha detto...

buongiorno deni..!

andre.mela ha detto...

buongiorno mike..!

andre.mela ha detto...

buongiorno emy..!

andre.mela ha detto...

buongiorno poison..!

andre.mela ha detto...

buongiorno gre..!

andre.mela ha detto...

hello world..!